Seguente il dipinto di Tinder griffato Nancy Jo Sales e insorto questo mese circa Vanity Fair, l’app online facilita il rimorchio e crea una progenie di ninfomani allergici all’impegno coinvolgente.